I nostri beneficiari

TOOLKIT BIO

 “Mio marito coltiva cipolle da prima che ci conoscessimo… 

Nel dicembre del 2010 però, a causa del maltempo, abbiamo perso l’intero raccolto. E’ stata dura, e per sopravvivere e ricomprare nuovi bulbi da piantare, mio marito ha chiesto un prestito ad un conoscente. Sono quasi tre anni che paghiamo e non riusciamo ancora a saldare il debito con quest’uomo: mio figlio è stato costretto ad andare a lavorare per lui, che  ogni mese gli detrae più della metà  dello stipendio “a copertura del debito” -  dice lui - … la verità è che non sappiamo per quanto tempo ancora dovremo pagare.

Se ricevessimo un toolkit Interlife avremmo bulbi, semi ed un raccolto maggiore, io potrei andare a vendere tutto al mercato, guadagnando di più di quello che i venditori ci danno ora per le nostre cipolle, e mio figlio potrebbe tornare con noi, frequentare i corsi di Agricoltura biologica, aiutare suo padre o diventare un commerciante.”

- Muthu, contadina di Pudukkottai  -

 


TOOLKIT VERMICOMPOST

 “Quand’ero poco più che un ragazzo, i nuovi concimi e pesticidi sembravano la soluzione ideale per migliorare i raccolti;

c’era anche un programma agricolo promosso dal Governo che ci invitava ad usarli … però col tempo il loro effetto è diminuito ed ora per avere lo stesso raccolto sullo stesso terreno, ci vuole il doppio di fertilizzante. Eravamo convinti che ogni stagione avremmo prodotto di più, e invece anno dopo anno abbiamo rovinato le nostre terre.” Tempo fa dei vicini di casa mi hanno parlato del Resource Centre di Adapakaran Sathiram dicendomi che lì si applicavano e si proponevano dei metodi alternativi per concimare i terreni: decisi così di andare a sentire di cosa si trattava e mi parlarono del vermicompost… inizialmente non riuscivo a capire come potesse funzionare; mi sembrava di tornare indietro rispetto ai fertilizzanti più moderni adottati da tutti, in particolare nelle coltivazioni estensive, eppure spinsi mio figlio, Ganesan, a fare domanda per partecipare al programma TOOLKIT VERMICOMPOST. Lo vidi uscire di casa sconsolato il primo giorno: con tanti problemi economici e la famiglia sulle spalle, perdere delle giornate di lavoro per seguire un corso di formazione significava per tutti noi non poter mangiare; ma già dalla settimana successiva, il suo atteggiamento cambiò. Divenne entusiasta, e si gettò anima e corpo nel progetto. Dopo 3 mesi Ganesan tornò accompagnato dal personale del centro di Formazione, carico di casse di legno, materiale organico di ogni tipo, setacci, contenitori, sacchi e non so cos’altro e con un grande sorriso esclamò: “Ci siamo, si parte!!” Lo so, ero stato io a convincerlo, però ora mi chiedevo davvero come mai avremmo potuto avere di che vivere con il lavoro dei vermi e vendendo dei sacchi di terra, e come un processo così naturale e ultrasecolare avrebbe potuto garantirci un futuro; eppure mio figlio era certo che ce l’avremmo fatta, e così iniziammo a produrre vermicompost … e a venderlo! E’ incredibile, non mi aspettavo una simile richiesta … abbiamo dovuto aumentare la produzione e nel giro di un paio di mesi abbiamo ottenuto delle entrate costanti, mai viste prime in tanti anni di lavoro: mia nipote è potuta tornare a scuola e saltare i pasti è ormai un’abitudine lontana. Ormai nella zona ci conoscono tutti e i contadini che si servono da noi ci ringraziano con il sorriso e incontrandoci per strada spesso si raccomandano “venerdì prossimo riservami il sacco migliore..con quello dell’altra volta ho tirato su delle cipolle che sono una delizia!” 

Palanikumar, agricoltore di Pudukkottai -


 

TOOLKIT FIORI & PIANTE

 “Sono una gran lavoratrice, non mi scoraggio mai, ma ho passato momenti davvero duri dopo la morte di mio marito. Vivo con mia madre, mia sorella e le mie figlie … tutte donne in casa!  

Sì, perché mia madre è troppo anziana per lavorare, le bambine lo scorso anno non sono potute andare a scuola perchè avevamo troppe spese e troppi problemi, mentre mia sorella viene chiamata a giornata da una conoscente che ha un banco di verdure al mercato, però succede assai raramente! Io invece esco prima che sorga il sole e rincaso tardi: lavoro in una piantagione di canna da zucchero … guadagno appena 10$ a settimana che non sono sufficienti a nutrire, vestire e curare le mie due bimbe, Lakshmi, di 13 anni, una signorina ormai, e Vinothini di 8 anni. All’inizio dell’anno, alla riunione del gruppo di mutuo-aiuto femminile di Sirugapatti, si è parlato dei Toolkit Interlife. Abbiamo fatto domanda scritta a nome di tutto il gruppo, poi io ho richiesto esplicitamente di poter partecipare al programma dedicato alla coltivazione di Fiori e Piante. Non c’è donna in tutta l’India che, non potendoli coltivare da sé, non acquisti almeno un fiore da intrecciare tra i capelli nei giorni di festa, non c’è ragazza che non scelga un mazzolino o delle essenze per farsi bella e profumare il corpo, o padrona di casa che non sogni una pianta fiorita per il proprio ingresso, soprattutto in città dove non c’è posto attorno alla casa per far crescere le piante. Sono sicura che se ricevessi la formazione adeguata ed un Toolkit Fiori & Piante di Interlife Onlus, il lavoro non ci mancherebbe! Io mi occuperei della coltivazione, e mia sorella, che è una venditrice nata e ci sa fare con i clienti, potrebbe andare a venderli al mercato, e di tanto in tanto spingersi fino a Sivaganga per mostrare i nostri fiori alle signore di città! Sarebbe la benedizione che attendiamo da tempo: potrei prendere le medicine per i dolori di mia madre, le bambine dopo la scuola imparerebbero l’arte silenziosa dei fiori, e non ci mancherebbe più il necessario per vivere. ”

-  Chellayi di Sirugapatti  -

 


TOOLKIT FUNGHI

 “Tre anni fa al mercato mi sono avvicinata a dei contadini venuti da fuori per chiedergli, così, per curiosità, quanto costasse un sacchetto dei loro funghi..

avevo sentito dalla signora presso la quale, di tanto in tanto, facevo le pulizie, che lei cucinava i funghi almeno 4 volte a settimana per i suoi bambini perché li aiuta nella crescita. Fu questo che mi spinse a rivolgermi a quei contadini e lo ricordo come fosse ora: arrossii dall’imbarazzo sentendo la risposta. Come potevo anche solo pensare di spendere così tanto per un sacchetto di funghi, quando ci sono giorni in cui non ho niente da far mangiare ai miei bambini? Oggi mi viene da ridere se ci ripenso. Non è passato molto tempo, ma la vita della mia famiglia è cambiata radicalmente. Dieci mesi fa mio marito ha ricevuto la possibilità di partecipare al programma Toolkit Funghi di Interlife Onlus. Per diverse settimane ha seguito un corso di formazione presso il Resource Centre di Adapakaran Sathiram, dove gli è stato insegnato come coltivare i funghi, come raccoglierli, come essiccarli, come conservarli, e, cosa più importante di tutte … come venderli direttamente e ad un buon prezzo, senza perdersi tra spese, conti, e raggiri da parte dei commercianti! Terminato il corso, ci hanno consegnato del materiale per la costruzione della serra in cui avremmo potuto avviare la nostra attività, e l’abbiamo costruita proprio dietro casa nostra in pochissimi giorni..la mia gioia era incontenibile. Quando ci hanno chiamato dal Resource Centre per le spore poi, ero emozionatissima, e, tornando verso casa con mio marito avevo l’impressione che avevamo ritirato un tesoro prezioso: e ne sono convinta ancora oggi!! Già dal mese successivo infatti, abbiamo iniziato a produrre e commerciare funghi freschi ed essiccati, che vanno letteralmente a ruba! In poco tempo abbiamo raggiunto una produzione costante che ha reso i funghi disponibili ad un prezzo accettabile a tutte le famiglie del villaggio; Purtroppo non riusciamo ancora a soddisfare tutte le richieste e mi rattrista dire alle donne della zona che i funghi sono terminati: avendoli visti sui miei figli, conosco i benefici che possono avere sull’alimentazione di bambini che per tanto tempo hanno mangiato solo riso e poche verdure. Ma sono fiduciosa! Sono sicura che come noi altre famiglie potranno presto ricevere un Toolkit Interlife e dimenticare la povertà. Visti i ricavi che in questo primo semestre abbiamo ottenuto con la vendita dei nostri funghi, contiamo di mettere da parte, entro il prossimo anno, una bella somma con cui donare un nuovo toolkit funghi ad un’altra famiglia del villaggio vicino: oltre a poter vendere alimenti così preziosi per la salute e la crescita dei bambini, regalare un Toolkit ad una coppia in difficoltà come lo eravamo io e mio marito, sarebbe infatti per noi il modo migliore per ringraziare chi, dall’Italia, ha deciso di sostenerci donandoci un tesoro così prezioso, il Toolkit Funghi.  

 Kaaliammaal di Valaseripatti  -


 

 

Contatti

Interlife Onlus

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Sostienici

DONA ORA

Bonifico tramite Banca Etica

intestatario: Interlife Onlus
IBAN IT33U05018 01600 000000150211

Bollettino Postale intestato a 'Interlife Onlus' 
su C/C : 1020009146

Il tuo 5x1000 a Interlife Onlus C.F. 07988580960

Cerca nel sito

We use cookies to offer an improved online experience. You can change your cookie settings at any time. Otherwise, we'll assume you're OK to continue. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site